L’INSOPPORTABILE PESANTEZZA DELL’ESSERE… UMANO!

DI PAOLA PIANA

Da un po’ di tempo a questa parte mi capita di non avere più molta pazienza!
Io sono un bradipo, chi mi conosce lo sa, sono la calma e la lentezza fatte persona! Odio sprecare energie e tutto ciò che faccio è ben ponderato in modo da non fare in seguito la fatica di doverci ritornare sopra! Per esempio, per quanto riguarda il mio lavoro, mi segno  date ed episodi importanti che so che poi, all’occorrenza, ritroverò senza dovermi scervellare per cercarli! Perché anche quella mentale è una fatica! 

La mia calma quindi è sempre stata proverbiale, non c’è mai stato niente in grado di smuovere la mia flemma … fino a quando, ad un certo punto della mia vita, ho iniziato a rendermi conto che questo mio modo di agire, il mio lasciar perdere, il mio voler essere educata e far finta di non notare alcune cose, venivano presi per imbecillità!

La timidezza mi ha portato, fin da piccola, a stare in disparte ad osservare le persone: sono campionessa mondiale di osservazione a distanza! Difficilmente mi sfugge un particolare, noto tutto e, mentalmente, me lo segno! La mia tecnica è sempre stata quella della mimetizzazione: l’invisibilità e la trasparenza mi hanno sempre permesso di vedere tutto, intuire prima degli altri ciò che stava per accadere ma far finta di non capire niente, fare il bradipo insomma!

Quante volte ho notato sguardi di derisione che ho lasciato scivolare via, cenni d’intesa tra persone la cui intelligenza messa insieme non arrivava al Q. I. del mio pesciolino rosso eppure convinti della propria superiorità, o meglio della mia inferiorità!

Bè, ora, arrivata abbondantemente al mezzo secolo di età, mi sono stufata!

Ci sono tre categorie di persone che ora riescono a farmi imbestialire e nei confronti delle quali proprio non riesco a trattenermi!

Gli IDIOTI sì idioti, è inutile girarci intorno; avete presente quelle persone ottuse che hanno solo certezze, mai un dubbio, che sanno tutto loro e tu non capisci niente? Ecco quelle! Quelle che si bevono tutte le bufale facebookiane e che si incazzano pure se glielo fai notare! Quelli che pendono sempre dalle labbra di qualcuno, marito, moglie o figli che siano, pur di non usare autonomamente il cervello! Sono quelli che, come ho letto da qualche parte tempo fa, se ti abbassi al loro livello per discutere, vincono loro con l’esperienza!

Poi ci sono i FURBI, o meglio, quelli che pensano di essere furbi! Fanno finta di cadere dalle nuvole, fingono di non avere idea di ciò che tu dici e  di non capire mai di cosa o di chi si parli, salvo poi tradirsi con domande così facilmente intuibili ma prese così alla larga, che neanche Vasco de Gama quando circumnavigò l’Africa!

L’ultima categoria, quella che scatena tutti i miei peggiori istinti,  anche quelli che non pensavo di avere, è quella dei  MANIPOLATORI!

Sono quelle persone, narcisiste,  così innamorate di se stesse che pur di apparire passerebbero sopra la propria madre; ma soprattutto sono talmente piene di sè da pensare che gli altri non si accorgano dei loro sotterfugi!

Ecco, nei confronti di queste persone non mi trattengo, non ho freni, proprio non sopporto il modo subdolo in cui agiscono usando la gente e ancora meno sopporto il fatto che chi viene usato, vedere gli idioti di cui sopra, non si accorga della loro pericolosità!

Quante volte ci è capitato di aver a che fare con questo tipo di persone, quelle che, lo vedi dallo sguardo di annoiata sufficienza con cui ti squadrano, pensano che tu valga meno di un loro calzino bucato! Quelli che conoscono solo il suono della loro voce, che si lamentano di qualsiasi cosa per il solo gusto di farlo ma ti interrompono se li stai irritando con un tuo problema!
Ecco, ho deciso che da ora in poi reagirò con queste persone come faccio in genere con il classico vecchietto col cappello! Quello che, alla guida della sua pandina a tre marce, perché la quarta ormai non entra più, non rispetta lo stop e, imperterrito, continua la sua marcia a venti km l’ora costringendomi ad inchiodare!

In genere, non potendo far altro, mi attacco al clackson per dare  una botta di vita alle sue coronarie, facendo un elenco dettagliato e colorito di tutti i suoi antenati, rigorosamente maschi perchè sono femminista, fino al medioevo!

Non serve a niente ma ti senti così bene dopo!!!

© Riproduzione Riservata

2 commenti su “L’INSOPPORTABILE PESANTEZZA DELL’ESSERE… UMANO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *