OGGI SAN VALENTINO… MA DOMANI?

di Paola Piana

Notte senza sonno, notte di pensieri. Da un’ora è già San Valentino, oggi si sprecheranno i fiori, i cioccolatini, gli sbaciucchiamenti e le cenette a lume di candela.
Oggi il cielo sarà rosa, le nuvole rosa, l’aria sarà rosa, ma non un rosa normale, sarà un rosa shocking o meglio scioccante.
Chi ha stabilito che il rosa debba essere il simbolo della femminilità.
Avete mai visto Angelina Jolie indossare un abito rosa shocking? Sophia Loren o Audrey Hepburn? NO?
Ecco perché questa festa, ideata da uomini con un solo scopo, quello commerciale, è particolarmente odiosa, ci hanno imposto anche il colore dell’amore e della femminilità!

Oggi respireremo Amore : il buon padre di famiglia ritornerà a casa tenendo in bella mostra il suo bel mazzetto di fiori, farà uno sforzo immane per non incazzarsi se la dolce mogliettina non avrà ancora finito di spadellare, se il piccolo strillerà perché dovrà essere cambiato e se lei non lo accoglierà a braccia aperte e con un vestitino sexy come nelle immagini delle pubblicità televisive , dovrà farlo, oggi è San Valentino! È come quando si va in chiesa il giorno di Natale, si deve fare! Poi, fatto il dovere, si potrà riprendere a bestemmiare per tutto l’anno!
Il fidanzatino porterà a cena fuori la sua bella e a scuola si scriveranno le letterine per i compagnetti e le compagnette del cuore!
Che bello! Tra qualche ora il mondo si riempirà d’Amore!
Per ventiquattr’ore, se va bene!
Poi si ricomincerà, più di prima, peggio di prima!

 

La dolce mogliettina non sarà più tanto dolce ma ritornerà ad essere il parafulmine che è sempre stata.
La fidanzata potrà sempre andare a cena con il suo amore, ma dovrà prima aspettare che finisca la partita di calcetto e forse tutto il campionato!
I bambini riprenderanno a picchiarsi : “Maestra, lui mi ha detto che sono una femmina perché mi piace il rosa!”
Da domani tutto ritornerà nella norma, la dolce mogliettina resterà sempre dolce ma con qualche ammaccatura in più. Si sa che lo stress crea nervosismo in alcuni mariti e distrazione nelle loro mogli. Un giorno ci sarà lo spigolo di una finestra, un’altra volta la porta, un altro giorno ancora la povera dolce mogliettina verrà trovata chiusa in una busta o pugnalata nel proprio letto, o non verrà mai più trovata.

Ma oggi è San Valentino, ce lo dice la televisione che ci amiamo tutti, oggi non si parlerà di quante donne muoiono ogni giorno uccise dai propri compagni o dai fidanzati o dalla prima persona che ha posato i suoi occhi su di loro ma non è stata ricambiata. Oggi non parleremo dello sfruttamento delle donne africane, sottopagate e violentate dai padroni bianchi qui in Italia.
Non si parlerà delle offese che alcune donne ricevono sui social, insulti che spingono alcune di esse al suicidio.
Non si parlerà del fatto che a parità di lavoro le donne sono pagate meno.

No, oggi proprio non si parlerà di noi donne!
Oggi saremo usate ancora una volta. Saremo usate per far soldi, a nostra insaputa e ci piacerà pure!
Oggi sarà il gran giorno, oggi, per molte di noi sarà l’unica volta all’anno in cui saremo regine… di denari!

®Riproduzione Riservata

 

2 commenti su “OGGI SAN VALENTINO… MA DOMANI?

  1. Quante donne oggi hanno ricevuto una rosa e domani torneranno ad essere schiave! E’ triste pensare che molte di loro vorrebbero liberarsi ma non ci riescono e altre potrebbero liberarsi ma non lo fanno convinte di essere amate. Auguri a quelle che hanno trovato un uomo che le ama, le accetta e le rispetta. Io ancora aspetto.

    1. Ti auguro di trovare ciò che cerchi Silvia. Ma non aspettarlo, nessuno vale il tempo perso ad aspettarlo, neanche il grande amore! ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *